Scolpisci te stesso, Jago

  • di
scolpisci te stesso Jago

A settembre 2017 nell’ambito della presentazione della rivista “Summae Civitas” di cui siamo parte integrante della redazione, decidemmo di invitare a Somma Vesuviana, un grande artista contemporaneo per divulgare la storia l’arte e la cultura non solo agli esperti del settore o ai pochi appassionati, ma anche ai giovani.

Avevamo visionato poco tempo prima un video di Fanpage in  cui Jacopo Cardillo in arte Jago parlava dell’arte e delle sue straordinarie opere.
Dopo alcuni contatti mail Jago accettò il nostro invito per visitare Somma e trasmettere e tramandare concetti d’arte a lui molto cari.
Sotto la direzione del nostro fondatore, scomparso prematuramente, Gaetano Di Maiolo, organizzammo un evento per far esprimere l’artista in tutto se stesso, anche attraverso le parole.

Eravamo stanchi di sentire che il nostro territorio nei secoli scorsi avesse ospitato i grandi artisti dell’epoca. Volevamo (e vogliamo ancora) ritornare ai vecchi fasti, dando anche noi, nella nostra epoca, un contributo per diffondere la bellezza attraverso l’arte. Jago ha accolto il nostro invito e dopo una giornata passata insieme nel mostrargli le bellezze storiche ed artistiche di Somma, ci ha resi tutti più ricchi attraverso le sue parole ed i suoi insegnamenti.

Trasmettere nel tempo arte e cultura nei luoghi storici di Somma Vesuviana. Questo lo scopo di Tramandars, una giornata-evento all’insegna della cultura grazie all’incontro organizzato dalla redazione della rivista Summae Civitas in collaborazione con Bar Vernillo, Treqquarti e O’Vascio Room Gallery con il patrocinio morale del comune di Somma. Ospite speciale l’artista scultore internazionale Jacopo Cardillo, in arte Jago che in serata ha incantato una platea di oltre 400 persone presso il Complesso Monumentale Santa Maria del Pozzo in Somma Vesuviana

ilmediano.it

Le cose si ripetono nel tempo, 
parliamo di tradizione parlerei di tradimento.
All’estero ci vantiamo di essere italiani per le opere d’arte come se le avessimo fatte noi.
Ma noi cosa abbiamo aggiunto ? 
Non dobbiamo fare grandi cose,
dobbiamo amare quelle cose,
perché quelle cose sono la nostra identità…

Questo posto che io oggi ho visto…
Chi non lo ama,
Chi non fa qualcosa per questo posto…
Rinnega la propria identità
Rinnega se stesso..

A spasso per Somma Vesuviana

Una passeggiata da Castello D’Alagno attraverso il quartiere storico del Casamale, passando per la Collegiata fino agli scavi della Villa Augustea: un grande giorno, il 18 dicembre 2017, a Somma Vesuviana. Una grande giornata con Jago che ha proposto a Salvatore Di Sarno di destinare il Castello a residenza temporanea degli artisti che in cambio potrebbero realizzare e donare opere al comune. Proprio insieme a Tramandars e il Comune di Somma Vesuviana, Jago ha avuto la possibilità di rendere nota la sua storia.

Un importante interazione tra lo scultore e la platea, con una folta presenza di giovani: al termine della serata però, ecco una sorpresa per Jacopo. L’artista Pietro Mingione ha donato una lucerna della bottega “Arte e Parte” di Rione Trieste allo scultore come augurio di trasmettere la sua arte, luce nel buio dell’antichità e dell’ignoranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *