Franz Cerami: ambasciatore del design italiano nel mondo

Franz Cerami biografia

Da Napoli alla conquista del mondo con dei graffiti digitali: Franz Cerami ha fatto della narrazione urbana il suo mantra. Una narrazione che lascia di stucco, che ridà vita alle periferie, i “luoghi di attraversamento”, e che incanta l’animo di ogni osservatore. Chi è Franz Cerami?

Storytelling digitale

Artista napoletano, classe 1963, Cerami è stato direttore artistico del Monumedia Festival – Multimedia e Beni Culturali di Napoli, direttore di Corto Circuito – festival di brevi comunicazioni audiovisive– e ambasciatore del design italiano nel mondo. Il connubio tra percorso artistico e tecnologia è il punto focale delle sue opere; utilizza una tecnica mista che intreccia pittura classica, pittura digitale e videomapping.

L’arte contemporanea è sempre stata di casa. Mio padre era molto amico di Lucio Amelio e i miei genitori acquistavano opere di Christo, Rauschenberg, Vasarely e Alfano. Fin da bambino ho visto tante mostre importanti e lavoravo disegnando sui manifesti fino a quando, a 14 anni, ho scoperto la Polaroid, su cui incidevo o mettevo dei liquidi per completare l’opera.

Franz Cerami x Artribune

I lavori

Negli ultimi anni ha realizzato grandi dipinti murali digitali in musei come il Madre di Napoli, il Teatro dell’Opera di Yerevan, il Castel dell’Ovo di Napoli e negli spazi urbani e periferici di città come Napoli, Yerevan, San Paolo, dove nel 2020 è stato autore dell’installazione Remix Portraits per Idalia Brasil e ha esposto 20 opere su carta.

Pink City

Pink City è una poesia visiva, una narrazione del gioco reale che è stata proiettata nel dicembre 2019 a Capri, durante il Capri Winter Art Festival. Una storia di luoghi, eppure attraversati, da attraversare o da ancora immaginare. La narrazione si sviluppa tra le linee, le luci, attraverso i profili e le forme che trasformano Pink City in una città da sogno in cui ci perdiamo o ci troviamo.

Remix Portraits


Remix portraits è un’installazione digitale con alcuni dei più famosi ritratti del Rinascimento, reinventati con tecniche digitali. Ad ispirare l’artista sono i giganti della storia dell’arte: Leonardo da Vinci, Antonello da Messina, Giorgio Vasari, Artemisia gentileschi, Tiziano Vecellio.
Tra i soggetti remixati sono presenti la dama con l’ermellino, Apollo e Marsia, Giuditta con la testa di Oloferne. Il lavoro di Cerami, indaga gli sguardi di ogni personaggio, studiando colori e forme per poi applicare maschere di pittura digitale, che si replicano ripetutamente, creando un’immagine psichedelica.

Lighting Flowers

Lighting Flowers è un’installazione di graffiti digitali che mira a valorizzare le aree periferiche. Questo progetto di rigenerazione urbana nasce dall’idea di colorare le periferie e piantare fiori luminosi in tutto il mondo, valorizzando questi luoghi definiti da Franz Cerami “luoghi dell’incrocio”. Il lavoro di questi graffiti digitali inizia con il disegno manuale a olio e grafite, che viene riportato digitalmente una volta terminato.

1 commento su “Franz Cerami: ambasciatore del design italiano nel mondo”

  1. Pingback: Visual Learning, Franz Cerami: un nuovo modo di fare arte - Tramandars

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *